Pagina iniziale miOriento

Interessi e caratteristiche personali - Passo 1: Prendo conoscenza dei miei interessi e delle mie caratteristiche personali

Professioni e formazioni - Passo 2: Esploro le diverse professioni e formazioni

Caratteristiche personali e abilità - Passo 3: Confronto i miei interessi e le mie caratteristiche personali con le abilità richieste dalle professioni e formazioni

Stage d'orientamento - Passo 4: Svolgo degli stage d'orientamento per scoprire qual è la professione più adatta a me

Esaminare e prendere una decisione - Passo 5: Esamino i mestieri e le formazioni per elaborare il mio progetto formativo

Tirocinio in azienda o scuola a tempo pieno - Passo 6: Metto in pratica la mia decisione: cerco un posto di tirocinio o mi iscrivo ad una scuola

Prepararsi per la nuova formazione - Passo 7: Mi preparo alla nuova formazione o valuto se optare per una soluzione transitoria

Cartella di lavoro - I tuoi risultati

Per favore attendere...

miOriento sta caricando.

Disconnesso

La sua sessione di lavoro è finita. Verrà reindirizzato sulla pagina iniziale. Si connetta nuovamente per continuare la sessione.
#

Il dossier di candidatura

Il dossier di candidatura è composto in genere dai seguenti documenti: la lettera di motivazione, il curriculum vitae, le copie dei titoli di studio e gli attestati di lavoro. Per ognuno di questi elementi vi sono delle regole da rispettare.

I documenti

Se non è indicato da nessuna parte quali documenti occorre fornire per la candidatura, ecco una lista di ciò che solitamente si aspettano i datori di lavoro. Una volta completato, il dossier di candidatura può essere inviato per posta, per e-mail o tramite un formulario elettronico sul sito della ditta (se esiste).

La lettera di motivazione

La lettera di motivazione serve a differenziarsi dagli altri candidati o dalle altre candidate e per mettere in evidenza le proprie competenze e caratteristiche personali nonché la propria motivazione.
Spesso nella lettera di motivazione viene indicato il motivo per cui ci si interessa a quel determinato posto di lavoro e perché si ritiene di essere il candidato o la candidata ideale. La lettera ha lo scopo di suscitare la curiosità del proprio interlocutore in base alle aspettative che l’azienda ha manifestato nell’annuncio o nel bando di concorso.

La lettera di motivazione deve essere breve (massimo 1 pagina) e contenere i seguenti punti:

  • Un riferimento all’annuncio di lavoro o all’azienda; come se ne è venuti a conoscenza?
  • Una frase esplicita in cui si dichiara la propria intenzione a candidarsi per quel determinato posto di lavoro: «Mi permetto di presentare la mia candidatura per il posto di…»
  • La motivazione della  propria offerta di lavoro. Perché si è interessati proprio a questo impiego? Fare eventualmente riferimento a motivi personali, alla possibilità di perfezionare le proprie competenze professionali, al perché si ritiene che quel posto di lavoro sia particolarmente interessante, ecc.
  • Riferimento al curriculum vitae allegato
  • Conclusione della lettera con le formule rituali di saluto
  • Indicazione degli allegati

Lettere di motivazione manoscritte sono da inoltrare soltanto se espressamente richiesto dal datore di lavoro.

Il curriculum vitae

Attraverso l’esame del curriculum vitae (CV) i responsabili del personale possono formarsi una rapida immagine del candidato o della candidata. Un curriculum vitae classico, impaginato sotto forma di tabella, è generalmente sufficiente. È auspicabile redigerlo al computer. Dal curriculum vitae ci si aspetta di conoscere lo svolgimento cronologico e continuo delle attività scolastiche e professionali della persona. È dunque molto importante che questo non presenti lacune di periodi. Per quanto riguarda il contenuto, il curriculum vitae dovrebbe includere:

  • I dati personali (nome cognome, indirizzo, e-mail, telefono, nazionalità)
  • Le formazioni svolte con relativo esito (incluso le formazioni continue, i soggiorni linguistici, ecc.)
  • Le esperienze lavorative (compresi gli stage)
  • Eventuali attività extra-professionali e interessi personali
  • Eventuali referenze
  • Altre informazioni come ad esempio la patente di guida, conoscenze particolari, entrata in servizio, …

Il curriculum vitae rappresenta un biglietto da visita. È quindi oltremodo importante che lo stesso sia presentato senza errori di ortografia e in forma pulita e ordinata.

Attestati di lavoro e altri allegati

Gli attestati di lavoro rappresentano un elemento essenziale di ciascuna candidatura e vanno allegati alla lettera. Occorre prestare particolare attenzione a presentare la documentazione in modo completo in modo da attestare le proprie esperienze lavorative in modo cronologico e privo di interruzioni, sovente difficili da spiegare.
È importante richiedere un attestato a ogni cambiamento di datore di lavoro o di attività.

Va allegata inoltre una copia di ogni documento utile o espressamente richiesto, per esempio bozze o progetti di disegno se si tratta di una professione nel campo dell’arte o le attestazioni dei corsi di lingua, se ci si candida a un impiego nel settore commerciale.

Referenze

Nel curriculum vitae, i candidati possono menzionare aziende o persone di riferimento in grado di fornire informazioni riguardo alle loro competenze e il loro modo di lavorare. Tuttavia, le persone coinvolte devono aver dato il loro consenso e devono poter fornire informazioni di un certo peso. Nella maggior parte dei casi, però, le referenze vengono richieste solo al momento del colloquio di presentazione.

Consigli

Qualche suggerimento per la preparazione del dossier di candidatura:

  • Redazione: di regola il dossier va redatto al computer. La lettera di candidatura può essere manoscritta solo se richiesto esplicitamente.
  • Ortografia: evitare gli errori di ortografia, nei nomi di persona o nel nome dell’azienda. Rileggere accuratamente tutti i documenti prima di inviarli.
  • Allegati: allegare tutti gli attestati di lavoro e altri documenti utili (anche quelli che apparentemente non hanno niente a che vedere con il posto per il quale ci si candida). Il datore di lavoro avrà così la possibilità di prendere in considerazione tutte le esperienze dei candidati.
  • Contenuti negativi (o lamentele) assolutamente da evitare!

Invio della candidatura

Per via elettronica?

Le candidature inviate per via elettronica (formulario o e-mail) sono sempre più diffuse. Alcuni datori di lavoro accettano solo candidature pervenute tramite il formulario elettronico sul sito dell’azienda oppure tramite i portali per la ricerca d’impiego. In caso di dubbio su come inoltrare la propria candidatura, ci si informi direttamente presso l’azienda.

Vantaggi

Per l’azienda: meno lavoro amministrativo, i dati possono essere elaborati più rapidamente.
Per i candidati: più facile sapere quali informazioni e documenti occorre fornire.

Svantaggi

Rischio di errori o inesattezze che possono dare un’impressione negativa. Anche una candidatura elettronica richiede la stessa attenzione ai dettagli!
Dimensioni e numero di file: spesso sono definiti un numero massimo di documenti allegati e delle dimensioni da non superare. A volte è necessario comprimere i file o riunire più documenti in un solo file.

Ecco qualche consiglio per evitare sviste:

  • Usare un indirizzo e-mail neutro
  • Trovare una formula chiara e concisa da inserire nella barra «oggetto»
  • Informarsi bene sull’indirizzo e-mail esatto a cui inviare la candidatura
  • Scrivere la lettera di candidatura come se si trattasse di una lettera cartacea
  • Riunire tutti i documenti (lettera di motivazione, curriculum, attestati di lavoro) in un solo file DOC o PDF
  • Il margine di tolleranza per la dimensione degli allegati va da 1 a 3 – si raccomanda di informarsi bene prima dell’invio.


Informazioni

Informazioni dei cantoni

I seguenti cantoni italofoni propongono contenuti complementari.

Selezionare un cantone

?global_countybox_altimage? ?gr?

Grigioni

I seguenti fogli informativi offrono sostegno nella preparazione del dossier di candidatura: